All Posts By ElisaB.

Chiffon cake al cioccolato

di

Chiffon cake al cioccolato

Chiffon cake al cioccolato, veggy, leggera e incredibilmente soffice, buona, bella…oserei dire paradisiaca.

Per realizzare una chiffon cake soffice senza nè uova nè amidi vari può sembrare impresa ardua, ma con la mia amica aquafaba questo è stato possibile. Non scoraggiatevi, questa strana sostanza chiamata aquafaba non è altro che l‘acqua di cottura dei legumi (meglio se di ceci), lasciata raffreddare (con i legumi) e montata, con un semplice mini-pimer e con l’aggiunta di un cucchiaino di limone. Tutto qui!!!! Peraltro è un’acqua ricchissima di sali minerali, che andrà ad innalzare di nutrienti la vostra torta, senza per questo aggiungere grassi. Cosa volere di più??

Ho voluto cuocere questa preparazione con il fornetto Versilia, ma se non lo avete, potete benissimo cuocerla in forno. Il risultato sarà simile.

L’ho infine glassata in modo semplicissimo, succo di arancia gelificato con alga agar-agar.

Quindi non perdete tempo e preparate questa torta, che non posso che definirla s t r e p i t o s a

Ingredienti per stampo a ciambella da 22 cm:
  • 270 g di farina tipo 1
  • 180 g di zucchero di canna tipo Mascobado
  • 50 g di farina di lupino
  • 30 g di cacao amaro
  • 25 g di cioccolato al 70% sciolto in 50 ml di latte di soia (o altro latte vegetale)
  • 350 ml di aquafaba
  • 130 g di olio di semi di girasole
  • 1 c di bicarbonato di sodio
  • 1 c di aceto di mele
  • 1 C di liquore al caffè (o rum, o altro liquore di vostro gradimento)
  • 1 bustina di lievito naturale cremor tartaro
  • 1 c di succo di limone
Per la glassa:
  • 200 ml di succo di arancia spremuto fresco
  • 1 c raso di agar-agar
Procedimento:
  1. In un’ampia ciotola unisci farina, farina di lupino, zucchero, cacao, bicarbonato e lievito. Mischiali bene con una forchetta eliminando qualsiasi grumo.
  2. Monta l’aquafaba, insieme al cucchiaino di limone, fino a che sarà bianca, spumosa e compatta.
  3. Nel frattempo fai sciogliere a fiamma bassa il cioccolato in un pentolino insieme al latte vegetale.
  4. Unisci alle farine l’quafaba montata, amalgamando delicatamente dall’alto al basso e unendo a filo l’olio di semi. Unisci il cioccolato sciolto ancora molto caldo.
  5. Unisci infine il cucchiaino di aceto e il liquore e amalgama ancora un po’, sempre delicatamente. Il composto dovrà risultare liscio e abbastanza liquido.
  6. Procedi ad oliare lo stampo scelto.
  7. Se cuoci nel fornetto Versilia: posiziona su fuoco piccolo, per i primi 5 minuti a fiamma alta, poi abbassa al minimo e ci vorranno circa 60 minuti  di cottura.
  8. Se cuoci in forno elettrico: inforna in forno caldo, statico, 180°, per circa 45 minuti.

Per preparare la glassa:

Spremi il succo di arancia e trasferisci in un pentolino. Unisci il cucchiaino di agar-agar e accendi il fuoco al minimo. Stempera l’alga con l’aiuto di un frustino e cuoci pochi minuti fino a che l’alga non si sia sciolta completamente. Spegni e lascia raffreddare completamente fino a gelificazione (puoi trasferire in frigo per accorciare i tempi). In circa un’ora il composto dovrebbe addensarsi, se troppo frulla un attimo con mini-pimer. La glassa è pronta per essere usata!!

 

Crostatine fantasia

di

Crostatine fantasia

Crostatine fantasia, belle buone e con pochi grassi. Le chiamo fantasia perchè in un’unica preparazione si possono realizzare 12 crostatine anche tutte diverse se lo si vuole. Un ottimo modo per terminare fondi di marmellate, creme, semini vari. Inoltre saranno bellissime, tutte insieme della stessa forma e misura, ma magari di vari colori e gusti. Il fatto che siano già li pronte per essere mangiate, senza bisogno di tagliarle, non so se sia un bene. Diciamo che se temete non le mangi nessuno, sbagliate i vostri conti…

In questo caso io le ho preparate tutte uguali, con marmellata di albicocche e topping di semi di papavero. Ma non vedo l’ora di vedere la vostra fantasia cosa è in grado di fare…su avanti, divertitevi !!

Queste crostatine sono deliziose perchè aromatizzate a dovere – con le dovute spezie – e per l’impasto ho usato farine che danno la giusta friabilità. Mi raccomando, attenzione alla cottura che è facile dorarle troppo!!

Ingredienti per 12 crostatine di 7 cm di diametro:
  • 120 gr farina di farro
  • 50 gr farina di grano saraceno
  • 80 gr farina di mandorle
  • 70 gr zucchero integrale di canna
  • 70 ml di olio di mais
  • 25 gr di malto di riso (o miele)
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 c di cannella
  • punta di cucchiaino di zenzero disidratato
  • scorza di mezzo limone grattugiata
  • 1 C di lievito naturale cremor tartaro
  • succo di mela q.b.
  • pizzico di sale
  • 150 gr circa di composta di frutta a piacere (o altra farcia a piacere)
Procedimento:
  1. In un mixer polverizza lo zucchero insieme ai chiodi di garofano
  2. Trasferisci lo zucchero in una ciotola e unisci le farine, la cannella, il pizzico di sale, il lievito e mischia con una forchetta
  3. Aggiungi la scorza di limone, il malto, l’olio e inizia a lavorare velocemente. Aggiungi succo di mela fino a raggiungere la giusta consistenza; dovrà risultare una palla che non appiccica e compatta. Ricopri la frolla con pellicola e trasferisci in frigo per almeno mezz’ora.
  4. Nel frattempo prepara i pirottini per muffin, che dovranno essere rigidi e rivestiti con le apposite cartine.
  5. Estrai dal frigo la frolla, appiattiscila un po’ e dividi con un coltello in 12 pezzi. Con le mani schiaccia in ogni pirottino i pezzi di frolla in modo da aderire bene alla forma, creano un incavo per contenere la farcitura desiderata.
  6. Farcisci la frolla e livella i bordi delle crostatine con i rebbi di una forchetta. Puoi concludere la farcitura con topping a piacere composto da semi oleosi o granella di noci, mandorle, nocciole, pistacchi….
  7. Inforna in fondo caldo, 180° statico, per circa 30 minuti.
  8. Estrai, lascia raffreddare e sforma.

Torta autunnale

di

Torta autunnale

Torta autunnale, non potrebbe chiamarsi diversamente. Questa preparazione ha al suo interno i frutti dolcissimi che ci regala questa stagione meravigliosa, l’autunno. Molto potrei dire di questa stagione, che amo profondamente e per diverse ragioni. Una di queste è senz’altro la qualità dei  frutti che la natura ci offre, carichi di colore, sapore e dolcezza. Dentro ai frutti senti tutto il calore che hanno ricevuto durante l’estate…è la natura che restituisce ancora una volta la sua inesauribile energia. E questa energia l’ho voluta mettere dentro questa torta, che se mangiata a colazione vi farà iniziare la giornata, manco a dirlo, carichi di energia!!

Ingredienti per tortiera da 28 cm:
  • 150 g di mela tagliata a dadini
  • 150 g di pera tagliata a dadini
  • 100 g di zucca tagliata a dadini
  • 100 g di prugne disidratate
  • 100 g di farina di castagne
  • 100 g di farina di riso
  • 150 g di latte di riso
  • 50 g di zucchero di canna tipo “Mascobado”
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • 3 uova
  • 1 limone non trattato, il succo e la scorza
  • 1 bustina di lievito naturale, cremor tartaro
Procedimento:
  1. Taglia a dadini piccoli mele e pere (se biologiche con la buccia) e irrorale con il succo di limone.
  2. Trasferisci in un mixer le prugne con la scorza del limone e lo zucchero, riduci in crema.
  3. In una ciotola unisci la farina di riso, il lievito e il cacao, mischia con una forchetta.
  4. Unisci alle farine la crema di prugne, il latte di riso, le uova e amalgama bene.
  5. In ultimo aggiungi mele, pere e zucca tagliati a dadini e amalgama il tutto delicatamente.
  6. Ungi una tortiera con olio e spolvera con farina di riso, unisci il composto e livella.
  7. Cuoci in forno caldo, 180°C, per 45-50 minuti circa. Fai la prova stecchino prima di terminare la cottura.

 

 

 

 

Schiacciata alle erbe

di

Schiacciata alle erbe

Schiacciata alle erbe veg, nessuno resiste a questa leccornia. Avevo in frigo tanta verdura a foglia verde e questo, secondo me, è uno dei modi più buoni per gustarla. Metti della verdura fresca, ben cucina e strizzata, in una calda cialda croccante…ed ecco che il connubio appare subito irresistibile. Inoltre si prepara in anticipo, ed è buonissima anche il giorno dopo. La puoi mettere nella lunch-box o servirla per l’aperitivo. Saper preparare delle buone torte salate è una gran risorsa e risolve molte situazioni. Quindi che dire, provate provate provate!

Ingredienti per 8 fette:

Per la cialda:

  • 250 gr di farina semi-integrale
  • 1/2 c di sale fino
  • acqua tiepida quanto basta
  • 1 C di olio evo

Per il ripieno:

  • 500 g di spinaci
  • 500 g di bietole
  • 200 g di cipollotti
  • 1 spicchio di aglio
  • 30 g di olio evo
  • 1 c di sale fino

Procedimento:

  1. In una ciotola unisci farina sale e olio evo, aggiungi dell’acqua tiepida poco alla volta. Impasta per circa 5 minuti fino ad ottenere una palla morbida e liscia, non appiccicosa. Posiziona l’impasto nella ciotola, chiudi con pellicola e lascia riposare almeno mezz’ora.
  2. Lava gli spinaci e le bietole, per quest’ultime dividi i gambi dalle foglie.
  3. In un’ampia padella scalda l’olio con l’aglio e la parte bianca dei cipollotti tritata finemente. Aggiungi il sale e insaporisci per qualche minuto, dopodichè aggiungi i gambi delle bietole. Quando i gambi cominceranno ad ammorbidirsi unisci le foglie tenute da parte (sia delle bietole che degli spinaci). Cuoci fino a che le verdure non saranno appassite. Ci vorranno non più di 10 minuti.
  4. Spegni e lascia intiepidire dopodichè strizza bene le verdure cotte; puoi rovesciarle in un colapasta e schiacciarle con una forchetta.
  5. Passa a stendere l’impasto preparato in precedenza. Dividilo in due con un coltello e stendi con mattarello, dovrai ottenere due sfoglie sottili.
  6. Ungi una teglia da forno di circa 28/30 cm e adagia una sfoglia. Versa il ripieno di verdure strizzate sulla sfoglia e richiudi con la seconda sfoglia, sovrapponendo i bordi e chiudendo bene.
  7. Bucherella con una forchetta la schiacciata e inforna in forno caldo, 200°, per circa 30 minuti, fino a doratura.

 

Zuppa di ceci e miso

di

Zuppa di ceci e miso

Zuppa di ceci e miso…è il pasto che mi riconcilia, che mi assesta, che mi “centra”. Ognuno di noi è alla costante ricerca di preparazioni che possano appagare il gusto, che riempiano la pancia e che facciano sentire davvero bene quando si è finito. Ecco, io con il miso ho questa relazione. Lui mi aggiusta, eliminando gli eccessi, soddisfando il mio palato e donandomi un senso di pulizia interiore che difficilmente trovo in altri alimenti. Quando voglio farmi del bene, mi preparo una zuppa di miso.

Questa preparazione che vi propongo, oltre a contenere il miso (e più nello specifico lo shiro-miso di cui vi parlerò), contiene i ceci che saziano per bene. Quando mangio questa zuppa, come dicevo, lo scopo è di eliminare qualche peccato precedente, quindi mi limito a mangiare questa preparazione e null’altro. Nulla vieta di abbinarla anche a cereali per rendere il pasto completo.

Se, come me, quando preparate i legumi ne fate sempre un po’ di più, questa zuppa fa per voi. La preparerete in pochi minuti ed avrete un pasto buono, sano e saziante. I vostri organi ringrazieranno, soprattutto l’intestino.

ps: lo shiro-miso è il “miso bianco” che si differenzia dal miso classico per la fermentazione più breve della soia. Ha quindi un sapore meno intenso.

Ingredienti per una porzione:
  • mezza tazza di ceci lessati
  • 1 cipollotto
  • 1 C colmo di shiro-miso (nei negozi specializzati)
  • 1 C di miglio cotto (opzionale)
  • 1 C di olio evo
Procedimento:
  1. Dopo aver mondato il cipollotto affetta la parte bianca e fai appassire in 1 C d’olio.
  2. Unisci i ceci, fai saltare 1 minuto e aggiungi 1 tazza di acqua.
  3. Fai cuocere per altri 5 minuti a fuoco vivace, unisci il cucchiaio di shiro-miso e lascia insaporire ancora un minuto. Aggiungi il miglio se gradito.
  4. Nel frattempo taglia finemente la parte verde del cipollotto che utilizzerai a crudo una volta terminata la cottura dei ceci.
  5. Trasferisci in una ciotola e servi.